VM 40: Monitoraggio vibrazionale degli edifici

BLOG
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone

Il sistema di acquisizione VM 40 registra le vibrazioni che investono le strutture in ambito edilizio (edifici, ponti, torri, condotte, ecc.) consentendo, in tal modo, di poter svolgere una preventiva attività di diagnosi circa i potenziali danni a strutture o persone.
Il VM 40 acquisisce i segnali in tempo reale e senza collegamento al PC e può essere impiegato per il monitoraggio anche per lunghi periodi (mesi). Estremamente semplice da usare, una volta posizionato ed impostata la norma di riferimento, lo strumento consente la registrazione dei valori di picco ed il loro trasferimento al PC per l’analisi e la stesura del report finale. Il VM 40 mod.B è dotato del modulo GSM per l’invio di dati e di messaggi di allarme.
Leggerezza, compattezza e resistenza fanno del VM 40 lo strumento ideale per un utilizzo pratico e agevole in sito.

Caratteristiche e dimensioni
Lo strumento è costituito da un robusto involucro in metallo, al cui interno è posizionato un accelerometro sismico triassiale, altamente sensibile per la misura delle vibrazioni delle tre dimensioni dello spazio, come richiesto dalle norme cogenti.

  • Dimensioni: 150 mm x 140 mm x 80 mm
  • Peso: 2 Kg

Interfaccia

L’antenna ed il relativo modulo GSM/GPRS interno (VM 40 mod.B), permettono di inviare i messaggi di allarme agli apparati mobili.
La porta di uscita USB consente di trasferire nel PC le informazioni registrate.
L’uscita relay (I/0) favorisce il collegamento del VM 40 ad un dispositivo esterno per l’attivazione del segnale (acustico o di interruzione attività) nel caso di superamento del valore di soglia.

 

Alimentazione

L’elaborazione del segnale è controllato da un microprocessore ed il software permette la registrazione continua dei dati grazie ad

un sistema di alimentazione efficace, che rende lo strumento particolarmente adatto all’esecuzione di monitoraggi di lunga durata, anche in aree isolate.
Al fine di ottimizzare in termini di durata le prestazioni dello strumento, si possono utilizzare batterie esterne mediante cavo di connessione USB.

 

Menu comandi

 

Norme – Impostazioni soglia

Il monitoraggio vibrazionale degli edifici, eseguito mediante VM 40, è conforme ai seguenti standards:
DIN 4150-3: Vibrazioni strutturali – Effetti delle vibrazioni sulle strutture
BS 7385: Valutazione e misura per le vibrazioni negli edifici
SN 640312a: Effetti delle vibrazioni sugli edifici
UNI 9916: Criterio di misura e valutazione degli effetti delle vibrazioni sugli edifici.
Sul display LCD vengono visualizzati i tre picchi di velocità, generati dalla vibrazione, sui tre assi ortogonali X, Y, Z. I valori indicati riportano il picco di frequenza e la sua ampiezza. Il display visualizza lo spettro nel dominio delle frequenze relativo alla vibrazione misurata. Nel grafico in frequenza è segnalata anche la curva dei valori-limite dello standard prescelto, così da ottenere una prima indicazione dell’entità del superamento-soglia consentito.

 

Soglie di allarme e SMS

In ipotesi di superamento dei valori di soglia relativi alla norma selezionata, lo strumento memorizza il valore di picco di frequenza ed i valori velocità/spostamento ed accelerazione.
Impostando uno o più numeri telefonici, selezionabili direttamente dalla rubrica della SIM inserita, l’unità VM 40 mod.B invia un SMS di segnalazione dell’evento. Allo stesso tempo, il valore di soglia viene memorizzato dallo strumento per la stampa del report finale.

 

Posizionamento in sito

Con il VM 40, è possibile regolare la messa in bolla qualora la superficie di posizionamento non sia perfettamente regolare.
Per il posizionamento del VM 40 in sito, è disponibile, inoltre, un treppiede d’acciaio con tre viti calanti.

 

Software

Lo strumento vene fornito di uno specifico software per il download dei dati acquisiti durante il il monitoraggio: ciò consente di creare in maniera rapida il report finale, personalizzabile e perfettamente conforme alla norma di riferimento.

 

 

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

BLOG
Misuratore di umidità Extech MO257

Il misuratore di umidità Extech Mo257 rileva l’umidità nel legno e in altri materiali da costruzione senza provocare danni superficiali. La tecnologia di rilevamento ad alta frequenza consente allo strumento di eseguire misurazioni di umidità non invasive, è sufficiente appoggiare lo strumento alla superficie da controllare per ottenere i valori ricercati. E’ possibile …

BLOG
Termografia: Ricerca di Perdite Acqua

Molto frequentemente ai liberi professionisti viene richiesto di valutare un danno causato da infiltrazioni o perdite acqua da tubazioni. Chiariamo subito che il lavoro può risultare molto complicato, l’acqua infatti puo trovare una via preferenziale di sfogo anche molto lontano dal punto in cui vi è l’effettivo problema. L’utilizzo di …

BLOG
Individuare scarichi e tubi di adduzione dell’acqua

Molto spesso su edifici datati e di cui non è più possibile avere i disegni degli impianti, si rende necessaria una mappatura degli scarichi e degli impianti di adduzione dell’acqua fredda. La termocamera è lo strumento perfetto per rispondere a questa esigenza in quanto fornisce una indicazione veloce, sicura e …

Simple Share Buttons
Scroll Up
Contattami!